Gene Gnocchi

Colto, informato, curioso di calcio e rock’n’roll, attento alla fenomenologia culturale, Gnocchi è un personaggio davvero multiforme, un artista a 360 gradi. Dopo la laurea in giurisprudenza all'Università di Parma, Eugenio Ghiozzi (questo è il suo vero nome) per qualche anno si divide tra la carriera di avvocato e quella di front man nel gruppo I Desmodromici. In gioventù è stato un calciatore di Serie C, dove ha militato nell’Alessandria allenata da Giuseppe Marchiori, come centrocampista offensivo di riserva. Nei primi anni ottanta esordisce allo Zelig di Milano. Dopo alcune apparizioni al Maurizio Costanzo Show, viene selezionato pe lo show Emilio (1989). Successivamente forma un'affiatata coppia artistica con Teo Teocoli nella sit-com I vicini di casa e nel varietà Mai dire gol.

Recita per Lina Wertmüller nel film Metalmeccanico e parrucchiera in un turbine di sesso e politica ed è protagonista di diversi spettacoli teatrali. Conduce varietà televisivi e programmi di seconda serata ed è stato a lungo ospite fisso del programma domenicale Quelli che il calcio.

Nella primavera 2004 ha affiancato Simona Ventura nella conduzione del Festival di Sanremo. Da gennaio 2010 partecipa ad alcune puntate programma televisivo Zelig su Canale 5. Nel settembre 2010 torna a lavorare in Rai con il L'almanacco del Gene Gnocco, in onda su Rai 3. Dalla stagione successiva è membro fisso del programma La domenica sportiva. Scrive per La gazzetta dello sport, Sport Week e Il Sole 24 ore. È autore di libri (non solo comici) e si cimenta con la poesia. 

 

Piero Dorfles

Giornalista e critico letterario italiano. Dal 1975 è stato responsabile dei servizi culturali del Giornale Radio Rai, per cui ha curato diversi programmi radiofonici, tra cui Il baco del millennio.

Noto al grande pubblico per essere il co-conduttore della trasmissione televisiva in onda su Rai Tre Per un pugno di libri, ha pubblicato libri dedicati al mondo della comunicazione televisiva e radiofonica, tra cui si ricordano: Carosello (1998) e Il Ritorno del Dinosauro, una difesa della cultura (2010). Del 2014 è il suo ultimo libro I cento libri che rendono più ricca la nostra vita.

 

Cristina Puccinelli

Cristina Puccinelli è laureata in Scienze della Comunicazione. Attrice di cinema, tv e teatro, ha lavorato tra i tanti con Paolo Virzì, Luis Prieto, Gigi Proietti, Abel Ferrara, Pupi Avati. Regista di documentari, spot, videoclip, e cortometraggi vincitori di premi a vari festival internazionali. Sceneggiatrice e editor. Ha collaborato come giornalista con Alias del Manifesto e Loschermo.it. Direttrice artistica di Effetto Cinema all'interno del Lucca Film Festival e del festival del Teatro dei Perché. Si occupa di formazione per il cinema organizzando corsi e collaborando con alcune realtà romane.

 

Nanni Delbecchi

Nanni Delbecchi è nato a Lucca nel 1957 (clinica di Santa Zita, dunque Lucca dentro), diplomato al Liceo Classico Niccolò Machiavelli di Lucca, laureato in Lettere Moderne presso l’Università di Firenze con una tesi sul teatro di Italo Svevo, relatore il professor Ludovico Zorzi. Dal 1976 al 1980 collabora al Laboratorio di Progettazione teatrale di Prato diretto da Luca Ronconi, prima coma stagista quindi come attore e assistente alla regia. Dalla metà degli anni Ottanta vive e lavora a Milano; insegnante di ruolo nelle scuole secondarie dal 1983 al 1988, quindi praticante e giornalista professionista al Giornale di Indro Montanelli, di cui diventa il critico televisivo. Nel 1994 segue Montanelli ed è tra i fondatori della Voce, quindi passa all’Indipendente, successivamente al Tempo di Roma, al Gazzettino di Venezia e al Fatto Quotidiano, sempre come critico televisivo. Dal 2011 al 2013 è responsabile delle pagine culturali del Fatto Quotidiano e si trasferisce a Roma Ha collaborato con numerose altre testate periodiche (Panorama, Class, Carnet, 24-Il magazine del Sole 24 Ore, con numerose scuole di scrittura e tenuto workshop sulla critica presso l’Università Iulm di Milano. Ha pubblicato diversi libri, due di essi dedicati alla televisione: Lo Zapping furioso-Un anno di ordinaria telefollia (Mondadori, 1994) e La coscienza di Mike - Storia confidenziale della critica televisiva (Mursia, 2009).  Il suo libro più recente è il romanzo Guida al giro del mondo (Bompiani, 2016).

 

Diego Sanchez Haase

Direttore d’orchestra, compositore, pianista e clavicembalista paraguaiano. Attuale Direttore Titolare de La Orquesta Sinfonica del Congreso Nacional del Paraguay, Presidente della Sociedad Bach del Paraguay e direttore del Instituto Paraguayo de Musicología . Considerato dalla critica come la figura più brillante e polivalente della nuova generazione della musica erudita del Paraguay. Vincitore in due ocasioni del Premio Nazionale di Música, il piú importante premio di composizione del Paraguay. Nel 1998 è stato vincitore, all’unanimità, del Primo Premio nel “Concorso Latinoamericano di Direzione d´Orchestra”, in Argentina. Ha diretto in Paraguay, Argentina, Brasile, Bolivia, Cile, Uruguay, Venezuela, Panama, República Dominicana, Messico, Spagna, Italia, Germania. Svizzera, Inghilterra, Perú, Cuba, Porto Rico, Grecia, Marocco, Nuova Zelanda, Australia e Corea. Ha studiato in Paraguay, diplomandosi in Pianoforte, con qualifica a voti pieni e “meriti eccezionali”,  Composizione e Direzione d’Orchestra sotto guida dei maestri Nicolás Ayala Casco e Florentín Giménez. Si è perfezionato in Europa e America, frequentando corsi di Direzione d’Orchestra, Composizione, Pianoforte e Clavicembalo, sotto battuta di grandi maestri, come Helmuth Rilling, A. Thalheim, M. Benzecry, A. Juliá e altri. Nell’Internationale Bachakademie Stuttgart ha approfondito lo studio della musica di J. S. Bach sotto guida del maestro Helmuth Rilling. Ha pubblicato tre libri. Ha ricevuto numerosi premi nazionali e internazionali. Ha ricevuto il diploma di “Dottore honoris causa” per la Universidad Nacional de Villarrica, il diploma di “Maestro del Arte” per il Centro Cultural de la República ed é stato nominato “Ambasciatore Turistico del Paraguay”, per la Segretería Nazionale di Turismo del Paraguay.  

 

Giorgio Simonelli

Giorgio Simonelli ha svolto ricerche sui temi della comunicazione cinematografica e radiotelevisiva e sul rapporto tra sport e media sia nell’ambito delle istituzioni accademiche, sia per altri enti, tra i quali la Fondazione Giovanni Agnelli, la VQPT della Rai, l’Istituto di Pedagogia dell’Università degli Studi di Milano, la Direzione documentazione e analisi istituzionale e l’Osservatorio delle tendenze sociali e culturali di Mediaset, la Direzione strategie tecnologiche della Rai, Confindustria radio e televisioni. Tali ricerche sono confluite in varie pubblicazioni.

Ha organizzato e tenuto corsi, seminari e incontri sui temi della comunicazione di massa per l’Istituto per la formazione al giornalismo di Milano, la Scuola di giornalismo radiotelevisivo Rai-Università di Perugia, il Master in comunicazione IPSOA di Milano, il Consorzio per l’Università a distanza, i Servizi culturali Olivetti di Ivrea, l’Istituto Europeo di Design/ ISC di Milano e l’Istituto Europeo di Design di Torino.

Giornalista pubblicista, è titolare della cattedra di Giornalismo radiofonico e televisivo nel corso di laurea in Linguaggi dei media della facoltà di Lettere e filosofia dell’Università cattolica dove tiene anche il corso di Storia della radio e della televisione.

È consulente e opinionista in video del programma Tv talk di Rai Educational e, dal 2013al 2015, ha tenuto una rubrica quotidiana di critica televisiva all’interno del contenitore mattutino di Radio24.


 

Giogiò Franchini

Giogiò Franchini (Napoli, 11 luglio 1959) è un montatore italiano. Tra i registi con cui ha collaborato troviamo Paolo Sorrentino, Jonathan Demme, Antonio Capuano, Andrea Molaioli, Sergio Rubini, Giovanni Veronesi, Valeria Golino, Antonietta De Lillo, Ivan Cotroneo e Riccardo Milani. Ha vinto il David di Donatello nel 2008.

 

Daniela Marcheschi

Daniela Marcheschi è nata a Lucca, dove risiede d'abitudine.

Critico, studiosa e docente di Letteratura Italiana e Antropologia delle Arti dagli orizzonti interdisciplinari e di fama internazionale, ha insegnato e insegna in Italia e all'estero (Università di Uppsala, Salamanca, Firenze, ecc). Ha curato i meridiani Mondadori delle Opere di C. Lorenzini-Collodi (1995) e di G. Pontiggia (2004). Oltre a Prismi e poliedri. Scritti di critica e antropologia delle arti (Sillabe, 2001) e numerosi testi tradotti in inglese, francese, spagnolo, portoghese, svedese ha curato una nuova edizione dell'Umorismo di Luigi Pirandello (Oscar Mondadori, 2010) e pubblicato Leopardi e l'Umorismo (Petite Plaisance, 2010). I suoi maggiori saggi sono nel volume Il sogno della letteratura. Luoghi, maestri, tradizioni (Gaffi, 2012). È presidente dell'Edizione Nazionale delle Opere di C. Lorenzini. Nel 1996 ha ricevuto un Rockefeller Award per la letteratura e, nel 2006, il Tolkningspris dell’Accademia di Svezia.

 

Jacopo Teneggi

Jacopo Teneggi, al corrente studente del Politecnico di Torino, nasce a Reggio Emilia nel 1998, dove studia e si diploma presso il Liceo Scientifico, trascorrendo le proprie giornate tra allenamenti, libri, musica, passeggiate in montagna e - da bravo nerd - il computer.

Curioso di natura (la sua domanda preferita è “perché?”), qualità che gli ha procurato la fama di “rompiscatole”, soprattutto per i suoi genitori, e sempre alla ricerca di nuove esperienze, partecipa alla scuola informale di imprenditorialità "Giardino delle Imprese" a Bologna, al termine della quale vince un finanziamento per un'idea imprenditoriale, che fa fallire in meno di un anno. Nel frattempo fonda la Young Talents Academy all'interno del Future Food Institute di Bologna insieme a dei suoi amici con cui partecipa alla Google Science Fair, senza passare le selezioni europee.

Venuto a conoscenza della partnership tra MIUR e TED fonda il primo TED-Ed Club nella propria scuola e riesce ad essere invitato ad un evento agli uffici generali a NYC, dove ascolta idee di altri ragazzi e ragazze provenienti da tutto il mondo. Tornato in Italia, entra nel team di TEDxReggioEmilia e ora collabora con TEDxYouth@Bologna.

È speaker in qualità di Teenovator al Summit Internazionale sul food innovation Seeds&Chips di Milano, dove ha l'onore di ascoltare l'ex Presidente Barack Obama. Non ha ancora capito che cosa vorrà fare da grande, ma di certo non si è stancato di imparare e di chiedere "perchè?”.

 

Girolamo Deraco

Laureato in composizione con il M° Rigacci presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “L. Boccherini” di Lucca, con il massimo dei voti, la lode, la menzione e la borsa di studio. Ha studiato con importanti maestri tra cui: Andriessen, Corghi, De Pablo, Bacalov, Fedele, e Gooch (Truman State University, USA). Vincitore di borse di studio tra cui quella con il M° Corghi all’Accademia Chigiana di Siena nel 2008, 2009 e nel 2010 con anche Diploma di merito.

Finalista e vincitore di più di venticinque concorsi di composizione, tra cui: l’Anima Mundi e il Bartokplusz Miskolci Operafesztivál, (con anche il record guinness registrato in Ungheria per l’opera più corta della storia – 8 secondi – e il record dell’opera più eseguita nella stessa serata – 17 volte).

Ha ricevuto il “Riconoscimento di Merito” al Premio Abbado Award 2015 – Musica e Civiltà (in collaborazione con Della Nave) e la “Medaglia al Merito” dal Presidente della Repubblica Italiana, per il progetto Calogero (in collaborazione con Cannatà). Molteplici le collaborazioni con artisti e orchestre di chiara fama internazionale. La sua musica è eseguita in importanti festival, teatri e radio. È spesso chiamato in   giuria in concorsi di composizione e come docente in  masterclass di composizione. Nel 2017 la sua opera “Eight songs for a Drag Queen” è stata eseguita alla Carnegie Hall di New York. Il suo brano "Phonè – istallazione sinfonica per 100 grammofoni e coro” è stato eseguita al Bartokplusz Miskolci Operafesztivál in Ungheria. Il brano “Dolphins” è stato colonna sonara per la squadra Italiana di nuoto sincronizzato al 2017 World Aquatics Championships (in collaborazione con Contini).

Attualmente è: Compositore in Residence, presso l’Accademia di Montegral di Lucca del Maestro Kuhn. Direttore aristico di “Cluster – Associazione di compositori, Lucca”. Direttore artistico dell’Etymos Ensemble. Direttore artistico e docente dell’ International Opera Composition Course "Giacomo Puccini", tenuto in Lucca, Italia, Monterrey (Mexico), Asunción, (Paraguay), Tirana (Albania), Miskolc (Ungheria). È pubblicato da Sconfinarte.

 

Aldo Vitali

Aldo Vitali, nato a Milano nel 1957, si è laureato in Lettere all'Università di Firenze. Dopo le prime esperienze professionali, entra nel 1986 nella redazione spettacoli de Il Giornale, per poi passare nel 1994 a La Voce e nel 1996 in Walt Disney Italia in qualità di vicedirettore di "Topolino". Nel 1999 Vitali diventa vicedirettore di Max e nell'agosto del 2000 condirettore di GQ Italia. Nel 2003 Vitali entra nella redazione di Tv Sorrisi e Canzoni dove assume l'incarico di direttore nel 2012.

 

Valentino Magliaro

Valentino Magliaro, un giovane che ama incontrare le persone. Public Relations Manager del Gruppo Spaggiari Parma, nei miei primi 25 anni di età ha avuto il piacere di stringere la mano a persone che ha considerato come i suoi idoli, da Robeto Baggio e Carlton Myers, oppure persone che hanno avuto una influenza diretta o indiretta a persone questo mondo lo stanno vivendo, da Ban Ki Moon a Papa Francesco, da Tim Cook a diversi Presidenti, come Barack Obama, e tanti altri.

Ama incredibilmente lavorare e conoscere, comprendere e parlare, con l'obiettivo di farsi venire idee o di riceverne da altri, tanto che come motto della sua candidatura a Presidente degli studenti, nel suo ultimo anno da studente delle superiori, scelse la frase di George Bernard Shaw  “se tu hai una mela, e io ho una mela, e ce le scambiamo, allora tu ed io abbiamo sempre una mela ciascuno. Ma se tu hai un'idea, e io ho un'idea, e ce le scambiamo, allora abbiamo entrambi due idee”.

Ama fare cose diverse, e ha lavorato in settori totalmente differenti per scoprirne la loro bellezza o meno, dall'estetica all'editoria, dalla consulenza agli eventi, dalla ristorazione al magazzino, provando addirittura l'Aeronautica Militare, come volontario naja.

Può dire oggi che lo pagano per comunicare, con tutti, dal bambino all'adulto, indistintamente dalla carica ricoperta, imprenditoriale o politica, e ha trovato partendo dal suo lavoro, la sua vocazione: vivere per una scuola migliore, perché nonostante il suo rapporto con la scuola non sia mai stato ordinato, è il luogo in cui, crescendo, si diventa persona.

 

Maria Elena Romanazzi

Maria Elena Romanazzi definita dalla critica soprano-performer, comincia giovanissima lo studio della danza classica e ginnastica artistica a cui segue una grande passione per la musica e il canto. Inizialmente si dedica al repertorio antico e alla ricerca sulla prassi esecutiva. Ben presto manifesta una spiccata attenzione verso la musica, la letteratura, il teatro e l'arte del nostro tempo, passioni che la porteranno a seguire percorsi esperienziali e formativi trasversali.  Diplomata in Canto e Didattica della Musica, si è perfezionata con S. Otto per la musica di L. Nono, M. Custer, G. Bartolomei e A. Caiello, con cui ha brillantemente conseguito l’Alto Perfezionamento in Opera Contemporanea presso l'OperaAcademy di Verona. Vincitrice di numerosi concorsi e borse di studio, ha al suo attivo collaborazioni con compositori di fama come L. De Pablo, L. Francesconi, M. Dall’Ongaro, K. Saariaho, G. Kancheli, W. Bolcom per cui ha interpretato prime assolute e italiane. Si è esibita come solista in prestigiosi Teatri e Festivals in Europa e Asia come: il Maggio Fiorentino, RomaEuropaFestival, Fondazione Cini Venezia con l'Experimental Studio di Friburgo, Teatro dal Verme di Milano, Teatro Verdi di Firenze per “Play.it”, Bartok Opera Fesztival etc. Le sue perfomance sono state trasmesse da Radio3 e Radio CEMAT. Ha collaborato con direttori quali F. M. Bressan, A. Richard, F. Lanzillotta. Diversi compositori hanno scritto per lei lavori di interazione fra musica, arti visive e danza come l'opera multimediale “GoldenAge”, produzione Agon, proiettata per un mese in piazza Duomo a Milano per EXPO 2015. Nello stesso anno ha riscosso successo di critica interpretando, in tournèe europea, La voix humaine di Poulenc e Facebooking di Deraco, prima opera sui social network. Nel 2017 ha tenuto per l’International Opera Composition Course ‘Giacomo Puccini’ a Lucca, una masterclass su vocalità e aspetti scenici nell’Opera contemporanea. Ha conseguito il master in Ideazione e Progettazione di Eventi e Performing Arts presso l’Un.Cattolica di Milano. Parallelamente all'attività concertistica e didattica, collabora con enti e Fondazioni occupandosi di progetti speciali. È titolare della cattedra di Canto presso il Liceo Musicale Dante di Firenze.


 

Orchestra Sinfonica “Città di Grosseto”

L’Orchestra Sinfonica “Città di Grosseto” nasce nel 1994 per volontà dell'amministrazione comunale di Grosseto, in sinergia con le principali associazioni musicali cittadine del tempo: “C. Cavalieri”, “Amici del Quartetto” e “G. Donizetti”. Si è esibita in molte località italiane riscuotendo da subito ampi consensi di pubblico e critica, spesso presentando prime esecuzioni di autori contemporanei. Collabora con artisti di fama internazionale come M. Larrieu e G. Nova, G. Garbarino, E. Bronzi, B. Canino.

Apprezzata sia in Italia che all'estero, ha effettuato la sua prima tournée nel 2004 in Romania, nel 2007 in Grecia, nel 2009 in Germania, e in Francia, a Nancy, nel cartellone del Nancyphonies Music Festival. Nel 2010 l'Orchestra si è esibita nella prestigiosa Sala Dorata del Musikverein di Vienna: tour austriaco che si è concluso con un concerto alla Konzerthaus di Klagenfurt. Nel 2014 in Svizzera, ha suonato per il decimo anniversario della scomparsa del compositore Carlo Florindo Semini.

Dal febbraio 2000 l’Orchestra accompagna in concerto pubblico la Finale del Premio Pianistico Internazionale “A. Scriabin”.

Nel 2012 l'Orchestra ha contribuito alla costituzione dell'Orchestra Filarmonica di Lucca iniziando un'importante coproduzione; si ricorda il concerto a Vienna nel Dicembre 2013, nella Sala Dorata del Musikverein, concerto ripetuto nei 4 anni successivi.

Nel 2007 le è stato conferito dal Rotary Club di Grosseto il premio “Paul Harrys Fellows”, e nell'Agosto 2008, ha ricevuto il “Premio Grifone d’Oro 2008” dalla Città di Grosseto.

Nel 2014 l'Orchestra ha festeggiato il 20° anno di attività e ha ricevuto la prestigiosa Targa con l'Adesione della Presidenza della Repubblica Italiana per i meriti artistici conseguiti nei 20 anni di attività.

 

Leonardo Rizzi

Scrive e sviluppa storie per il cinema, la televisione e il fumetto dal 1999. Traduce fumetti.

In qualità di story editor, ha ottenuto una lode nel Diploma in Script Development della National Film and Television School (UK) e ha sviluppato diversi progetti per conto di Script Factory, Universal Pictures e diverse case di produzione italiane, oltre a svolgere attività di consulente per il fondo Eurimages e per la Apulia Film Commission. Inoltre, ha scritto alcuni episodi della serie Il commissario Montalbano e ha sviluppato storie in collaborazione con Asif Kapadia, Neil Hunter, Romola Garai, Salvatore De Mola e Daniele Gaglianone.

In qualità di docente, ha insegnato in corsi di sceneggiatura in tutta Italia e nel Regno Unito, dedicati a sceneggiatori emergenti e professionisti, oltre che a registi e a script editor.